#MATTATEXTURE

Con il progetto #Mattatexture, Spazio Matta vince il bando Creative Living Lab – Edizione 3, promosso dal  Ministero della Cultura – Direzione Generale Creatività Contemporanea.

In continuità con la mission della rete, il progetto nasce dal desiderio di tessere legami e riconnettere le persone, tutte, con l’estrema sostanza della loro umanità, usando come tramite i diversi linguaggi artistici amplificati delle tecnologie e nutriti di un pensiero ecologico. Nello specifico, #Mattatexture nasce da una riflessione sui cambiamenti in atto a causa della pandemia, dove accanto alla povertà materiale, s’inasprisce il malessere sociale. Scopo del progetto, è quello di partire dallo Spazio Matta, per ricreare in rete con i partners e la comunità locale, quelle connessioni interrotte dalla pandemia, ricostruire spazi di partecipazione alla vita culturale che come sempre sono spazi di benessere sociale. Saranno utilizzati più linguaggi, dallo spettacolo dal vivo, alle arti visive, alla danza che si contaminano con i nuovi media. Questi oltre ad essere una necessità rispetto al Covid, sono un’opportunità per rileggere criticamente alcune modalità esautorate dall’uso quotidiano, soprattutto per le giovani generazioni. Contestualmente saranno favorite quelle pratiche che si nutrono del pensiero green in un’ottica di economia circolare, per stimolare le persone a ripensare il loro stile di vita e a prendersi cura dei luoghi naturali del quartiere.

Per #Mattatexture saranno organizzati incontri tematici e passeggiate urbane per connettere i diversi sguardi e il patrimonio di conoscenze sull’area urbana con le realtà sociali che vi operano per  la messa a punto di azioni che hanno un impatto per il benessere dei cittadini anche in una prospettiva futura.

Saranno coinvolti attivamente cittadini di diverse età e provenienze culturali e attraverso alcune esperienze innovative, come il Delivery teatro infanzia a cura di Ippolito Chiarello, in collaborazione con Fondazione Caritas Pescara:  come i riders portano il cibo a domicilio, gli attori portano il teatro sotto le finestre per i bambini del quartiere popolare di San Giuseppe. Saranno organizzati seminari esperienziali come:  Inquadrare il quartiere, laboratorio per gli studenti dell’Istituto scolastico Tito Acerbo; Musica a Km 0, laboratorio per le persone senza fissa dimora, in collaborazione con On The Road; Intrecci di quartiere, workshop che vuole riscoprire il significato della tessitura ricollegandosi alla storia della filanda cittadina, in un ottica contemporanea, in collaborazione con l’associazione Mila Donna Ambiente.

Nel progetto #Mattatexture trova spazio anche una residenza di arti visive dell’artista Laura Viale, che vedrà la realizzazione di un’opera, all’esterno dello Spazio Matta, con approccio green. Infine, sarà realizzato un ciclo di passeggiate urbane a cura di Carlo infante, in collaborazione con Massimo Angrilli (facoltà di Architettura) il Comitato Abruzzese del Paesaggio e RadiostArt, nelle quali si coinvolgeranno i cittadini mettendo in scena una sorta di spettacolo itinerante finalizzato alla creazione di una inedita narrazione del luogo urbano grazie all’utilizzo delle tecnologie digitali (webradio).  

Le attività si svolgeranno durante l’estate 2022. A breve verrà pubblicato il programma degli eventi.