11
Giovedì 29 novembre 2018, ore 18.00-20.30

LA CRONACA DELLE EMOZIONI | LABORATORIO GRATUITO DI SCRITTURA E TEATRO

Arti e Spettacolo L’Aquila organizza un laboratorio/incontro gratuito con l’attore Graziano Sirressi e la drammaturga Giulia Tollis, in residenza per due settimane al Nobelperlapace di San Demetrio ne’ Vestini. Un primo passo del processo creativo per la raccolta e la condivisione di materiale inerente la tematica dei muri in senso fisico e metaforico.
La proposta di incontro e di riflessione parte da questa domanda: “Che cos’è un muro per te oggi?”. Vogliamo infatti interrogarci sulla parola “muro”. Sul suo significato letterale e metaforico, sociale e personale, conscio e inconscio.
Il laboratorio è dedicato a un gruppo eterogeneo di cittadine e cittadini, con età ed esperienze diverse che desiderino confrontarsi con i temi descritti. Non è necessario avere esperienze pregresse in ambito teatrale, l’incontro è aperto a tutte e tutti i partecipanti che abbiano voglia di mettersi in gioco e di investire un po’ del loro tempo per riflettere sul presente che li circonda.
Per partecipare non è vincolante la presenza a tutti gli incontri. Si chiede però di garantire la presenza al singolo incontro, dall’inizio alla fine del lavoro. La partecipazione alle sessioni di lavoro è gratuita, l’unica richiesta alle partecipanti e ai partecipanti è quella di portare con sé delle vivande da condividere con le altre e gli altri nel tempo della cena.

 Graziano Sirressi attore, autore, musicista e performer, è fondatore della Compagnia Generazione Disagio. Collabora con Istituzioni e Compagnie tra cui il Teatro della Tosse di Genova. Affianca al lavoro di palcoscenico quello di formatore, conducendo workshop di scrittura e recitazione.

Giulia Tollis è drammaturga e docente di scrittura teatrale, formatasi all’Università Iuav di Venezia e alla Civica Scuola Paolo Grassi di Milano, collabora con diverse compagnie sul territorio nazionale (Teatro dei Gordi, Guinea Pigs, Fattoria Vittadini) e fa parte della direzione di MateâriuM, laboratorio di nuove drammaturgie.

Per informazioni